1000 Miglia Srl utilizza i cookies per migliorare l’esperienza di chi naviga questo sito. Se prosegui la navigazione acconsenti a questo trattamento. Per ulteriori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra “cookie policy”.

Mille Miglia

1927/1957: Numero e Anni dei Passaggi

La ricerca statistica è stata effettuata confrontando i dodici diversi percorsi delle ventiquattro edizioni della Mille Miglia dal 1927 al 1957.

Si deve tenere conto che, nel 1940, fu disputata un'edizione anomala, il Gran Premio Brescia delle Mille Miglia, sul circuito chiuso, Brescia-Cremona-Mantova-Brescia, da ripetere nove volte (otto volte per le vetture della classe 1.100 cm3).

Dove viene indicato il nome di una località, si intende il passaggio sul territorio del comune.


Località sul percorso delle 24 Mille Miglia:

L'unica Città - intesa come territorio del Comune - interessata da tutte le ventiquattro edizioni, è stata Brescia, che vanta ventitré partenze e arrivi da Viale Venezia e una partenza e arrivo da Viale Duca degli Abruzzi, nel 1940, per il Gran Premio Brescia delle Mille Miglia.

Neppure nella Provincia di Brescia ci sono altre località con ventiquattro transiti.


23 Passaggi:

Roma, Parma, Pesaro, Fano, Rimini, Riccione, Gabicce, Cattolica, Ferrara, Rovigo, Padova, Vicenza, Verona, Rezzato, Lonato, Desenzano del Garda, Sirmione e Peschiera del Garda: tutte le edizioni eccetto il 1940.

22 passaggi:

Reggio Emilia, Modena, Bologna, Passi della Futa e Raticosa, Firenze: tutte le edizioni eccetto 1940 e 1949.

21 passaggi:

Forlì e Cesena: tutte le edizioni eccetto il 1940, 1949 e 1950.

20 passaggi:

Ancona e Senigallia: tutte le edizioni eccetto il 1938, 1940, 1947 e 1948.

18 passaggi:

Terni: tutte eccetto dal 1953 in poi.

Cremona: dal 1931 al 1938, 1940 e dal 1949 al 1957.

Viterbo, Radicofani, S. Quirico d'Orcia, Siena, Poggibonsi: dal 1927 al 1937 e dal 1951 al 1957.

16 passaggi:

Piacenza: tutte dal 1934 in poi, eccetto il 1940.

Porto Recanati: dal 1931 al 1937 e dal 1949 in poi.

14 passaggi:

Foligno, Spoleto, Passo della Somma: dal 1927 al 1948, eccetto il 1940.

Robecco d'Oglio, Pontevico, Manerbio, Bagnolo Mella e San Zeno: dal 1931 al 1938, 1940 e dal 1949 al 1953.

12 passaggi:

Treviso: dal 1927 al 1938. Vetralla: dal 1934 al 1938 e dal 1951 al 1957.

11 passaggi:

Assisi, Perugia, Gubbio, Castelraimondo, Tolentino e Macerata: dal 1927 al 1937.

Ravenna: dal 1947 in poi

9 passaggi:

Rieti, L'Aquila, Popoli, Pescara, Giulianova e S. Benedetto del Tronto: dal 1949 in poi.

Castiglione delle Stiviere, Montichiari, Castenedolo: dal 1927 al 1930, 1940 e dal 1954 al 1957.

8 passaggi:

Noale: dal 1927 al 1933 e 1936.

7 passaggi:

Feltre e Bassano del Grappa: dal 1927 al 1933.

5 passaggi:

Cittadella: dal 1934 al 1938.

Piadena, Mantova, Goito e Guidizzolo: 1940 e dal 1954 al 1957.

Pisa, Livorno e Grosseto: 1938 e dal 1947 al 1950.

4 passaggi:

Lucca, Pistoia e Prato: 1938, 1947, 1948 e 1950.

Venezia: dal 1934 al 1936 e 1938.

Civitavecchia: 1947 al 1950.

Asola e Loreto, dal 1927 al 1930.

3 passaggi:

Gualdo Tadino e Gola del Furlo: 1938 e dal 1947 al 1948.

2 passaggi:

Cervia e Cesenatico: 1949 e 1950.

Voghera, Alessandria, Asti, Torino, Novara, Milano e Bergamo, 1947 e 1948.

1 passaggio:

Passo della Cisa, Pontremoli, La Spezia, Carrara, Massa e Viareggio: 1949.

 

Provincie toccate dai tracciati:

In totale, le province attraversate furono 45, trentotto delle quali compreso il comune capoluogo di provincia. Quelle dove la città capoluogo non furono interessate al passaggio sono le seguenti: Belluno (dal 1927 al 1933), Pistoia e Lucca (sull'autostrada Firenze-Mare, 1947, 1948 e 1950), Pavia e Vercelli (1947 e 1948), Ascoli Piceno e Chieti (dal 1949 al 1957).

 

Regioni Italiane Attraversate:

Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Umbria,

Lazio, Toscana, Liguria e Piemonte.